Stampa
PDF

Nella terra in cui ho scelto di vivere e crescere i miei figli ho scoperto, nel 1996, un posto speciale, da secoli dimenticato.

C'erano rimaste solo alcune pietre, la natura si era riappropriata della terra rubata dall'uomo, ma la magia di quel posto era rimasta nell'aria, nella luce del mattino, nei colori della terra, nel silenzio del tramonto… quel giorno cominciai a sognare.

Oggi quel vecchio casale è ritornato a vivere, unico protagonista di un paesaggio incantato dove il tempo si è fermato e dove tutto sembra assumere significati diversi.

Un luogo in cui i ritmi, gli odori e l'atmosfera sono speciali e si ritrovano nei vini che nascono dalle uve di questo giardino, in cui l'uomo si limita a mantenere ordine quando la natura non è complice.

Un sogno realizzato con la silenziosa complicità e la fatica di una donna straordinaria: Marina. Senza di lei nulla sarebbe stato possibile.

Poggio al Sole ha cambiato la mia vita.

Roberto Cipresso